mercoledì 18 agosto - ore 21.00

WUNDERKAMMER: le stanze della meraviglia è un viaggio mirabolante e magnifico, che ci proietta in un mondo volutamente sconfinato, sfaccettato quanto la nostra fantasia, passando dagli autentici gabinetti di “mirabilia”, protagonisti del racconto, alle collezioni private costruite sul rigore scientifico,  per la rassegna "Un Etto di Bologna" al Sostegno del Battiferro.

Il Battiferro sarà  aperto dalle ore 20.00.

Modalità  di ingresso:

  • € 7,00 a persona
  • Posti disponibili dalle ore 20.00
  • posti limitati, prenotazione consigliata


Dove: via della Beverara 123/a - via del Navile 29/5a, Bologna
Con ampio parcheggio gratuito
 

Tutte le iniziative e il servizio bar sono realizzate nel rispetto delle norme anti-Covid19

 

PRENOTA ONLINE

 

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 329 3659446 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

mercoledì 18 agosto - ore 21.00
WUNDERKAMMER: le stanze della meraviglia

 wunderkammer

 

Il Battiferro sarà  aperto dalle ore 20.00.

Modalità  di ingresso:

  • € 7,00 a persona
  • posti disponibili dalle ore 20.00
  • posti limitati, prenotazione consigliata

Dove: via della Beverara 123/a - via del Navile 29/5a, Bologna
Con ampio parcheggio gratuito
 

 

PRENOTA ONLINE

 

 

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 329 3659446 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Una conferenza-spettacolo per la rassegna "Un Etto di Bologna", che ci proietta in un mondo volutamente sconfinato, sfaccettato quanto la nostra fantasia, passando dagli autentici gabinetti di “mirabilia”, protagonisti del racconto, alle collezioni private costruite sul rigore scientifico.

Un percorso virtuale nel mondo delle “camere delle meraviglie” e dei collezionisti che hanno fatto la storia di Bologna e non solo. Il tutto accompagnati da un relatore, Francesco Nigro, guida dell'Associazione Vitruvio, biologo naturalista, che ci inviterà ad esplorare questo universo incredibilmente variegato, con l'improbabile contributo di un ospite d‘eccezione, un grande luminare e collezionista, uno che nella Scienza ci mette due “I” perché compensa chi non ce la mette, un grande accademico con una invidiabile esperienza in gabinetti...parliamo del Professor Rambaldo Leporello, l'arcinoto, dissacrante, accademico della crusca, interpretato da Eugenio Maria Bortolini.

Dagli oggetti che ci appaiono semplicemente “belli”, al perché li percepiamo come tali, dalla natura che sorprende a quella che colpisce perché piegata all’arte, dagli artifizi raffinati agli inconcepibili abomini cinquecenteschi, ma soprattutto...Beh, come raccontare lo stupore se non stupendovi?