• battiferro3.jpg
  • battiferro4.jpg
  • battiferro5.jpg
  • battiferro11.jpg
  • battiferro21.jpg
  • DSC_3298.jpg

17 luglio - ore 21.00

Un Avanzo di Balera (anzi due) per Radio Balangandà: "Arte Varia Best of", una rassegna non rassegnata. Musica e ballo, un connubio senza tempo e senza limiti, una necessità che attraversa i secoli. Il nobile scopo della musica è di accompagnare il movimento del corpo, uno scambio di energia tra musicista e ballerino

Il Battiferro sarà  aperto dalle ore 20.00.

Modalità  di ingresso:

  • € 7,00 a persona
  • Posti disponibili dalle ore 20.00

Dove: via della Beverara 123/a - via del Navile 29/5a, Bologna
Con ampio parcheggio gratuito
 

Tutte le iniziative e il servizio bar sono realizzate nel rispetto delle norme anti-Covid19

 

PRENOTA ONLINE 

 

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 329 3659446 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'iniziativa fa parte di Bologna Estate 2020, il cartellone di attività  promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città  metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.

 

 

venerdì 17 luglio - ore 21.00
Un Avanzo di Balera (anzi due)
per Radio Balangandà: "Arte Varia Best of"

avanzo1

  

Il Battiferro sarà  aperto dalle ore 20.00.

Modalità  di ingresso:

  • € 7,00 a persona
  • posti disponibili dalle ore 20.00


Dove: via della Beverara 123/a - via del Navile 29/5a, Bologna
Con ampio parcheggio gratuito
  

PRENOTA ONLINE 

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 329 3659446 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pronti a vedere e fare la radio? Ecco il nuovo format del Battiferro che ospita sul suo palco Radio Balangandà, storica trasmissione radiofonica nata nel 1995 che quest'anno compie 25 anni (un record per una trasmissione radio!). Il nome Balangandà deriva da un amuleto afro-brasiliano formato da un vascello con due uccelli in volo a poppa e prua. Simboleggia l’esodo forzato degli africani dall’Africa alle Americhe. 
Balangandà è un progetto radiofonico che spazia in tutti gli angoli della World Culture, della World Music, tutto rigorosamente LIVE! che ospita grandi musicisti.
Ci sarà moltissima musica, ma non solo! Sarà più di un concerto, sarà un appuntamento di assoluto intrattenimento condotto magistralmente da Mauro Cicchetti, Mario Ventimiglia, Paola Righi Dagnini.

 

Con Un Avanzo di Balera (anzi due): musica e ballo, un connubio senza tempo e senza limiti, una necessità che attraversa i secoli. Il nobile scopo della musica è di accompagnare il movimento del corpo, uno scambio di energia tra musicista e ballerino. Il musicista diviene servo e padrone nello stesso tempo, unendo intelletto e primitività.


Vent’anni passati nelle balere hanno trasmesso questo concetto di musica da ballo al compositore.
L’intento di questo disco è quello di raccogliere ciò che è rimasto di tangibile dell’esperienza, registrando alcune delle composizioni scritte appunto per la balera e per gli “amanti” della fisarmonica.
Il disco collega il passato musicale e professionale dell’artista ad elementi autobiografici: alcuni brani sono dedicati alle persone fondamentali nei primi anni di formazione .  “Antonino”, nonno materno, “suonatore” di sassofono, clarinetto e mandolino. Il valzer a lui dedicato è una “chiacchierata” immaginaria, un dialogo musicale che è mancato per ragioni anagrafiche: un uomo a cui la musica aveva letteralmente salvato la vita.
“Laura”, “Tina” e “Dante P.” sono dedicati  agli altri nonni. “Kiko’s” è un brano scritto all’età di vent’anni quando il soprannome dell’autore, allora orchestrale, era Chicco.
In “Avanzo di balera”, oltre al ruolo di fisarmonicista, compositore ed arrangiatore, per la prima volta Enrico si è occupato della parte tecnica di produzione, seguendo le riprese audio e registrando tutte le tracce nella mansarda di casa sua. Il disco può dunque essere considerato “un’opera di apprendimento”.

 

Una grande serata di musica, con canzoni, racconti e curiosità.

2avanzo


  
Formazione

  • Enrico Pelliconi: fisarmonica

  • Antonio Stragapede: chitarra, mandolino

  • Apre la serata Giuliano Tedeschi, fisarmonica

 

 

Biografie dei musicisti

Enrico Pelliconi
Classe 1981, compositore, pianista e fisarmonicista, inizia il suo percorso musicale fin da bambino nelle orchestre da ballo per spaziare in vari generi ed esperienze musicali. Dopo il diploma al biennio di specializzazione in Pianoforte jazz con 110 e lode al conservatorio “G.B.Martini” di Bologna, si dedica alla produzione oltre che all'attività di musicista e propone, tra i vari, un disco chiamato “Avanzo di Balera”, che contiene varie composizioni originali dedicate all'esperienza fatta nelle balere e nell'ambito della musica da ballo emiliano romagnola. Propone per l'occasione un duo con un altro “avanzo di balera”, Antonio Stragapede, che ha partecipato alla realizzazione del disco, che sarà in veste di chitarrista e mandolinista per un repertorio che richiama brani della tradizione da ballo, temi celebri rivisitati e composizioni originali.

  

Antonio Stragapede

Nel 1991 intraprende a Bologna l'attività di orchestrale di musica da ballo, accompagnando alcuni tra i massimi virtuosi del genere.  Ha suonato per più di un decennio con il maestro di “organino bolognese” Ruggero Passarini e con il cantautore bolognese Fausto Carpani. Ha all'attivo collaborazioni con artisti e formazioni di differenti generi musicali e ha lavorato come musicista in scena e come autore delle musiche in alcuni importanti spettacoli teatrali. Nel 2006 realizza le musiche per il cartone animato “Pizunera”, secondo classificato al Future Film Festival di Bologna. Nel 2014 gli viene conferito il “Premio Imola in Musica 2013” per il lavoro “Bologna tra le Corde” realizzato insieme al chitarrista Daniele Dall'Omo. 
Dal 2015 alterna l'attività di chitarrista a quella di mandolinista nella formazione musicale “ Osteria del mandolino”, da lui stesso fondata, volta al recupero e alla riproposizione della tradizione musicale e coreutica dei “ ballabili” italiani. Nel 2017 realizza in collaborazione con Marco Vinicio Bazzotti il libro/cd “L'onda, storie italiane di uomini e chitarre”, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini. Nel 2018 gli viene conferito per la seconda volta il “Premio Imola in Musica” per il lavoro discografico “ Sotto la Magnolia” realizzato con la formazione musicale Osteria del Mandolino, nel quale scrive le musiche e cura gli arrangiamenti. Ha inciso per: Forrest Hill Record, Erosha, Egea, Il Manifesto, EFG edizioni, Red edizioni, Arspoletium, Pendragon, Corriere di Como, FILEF Bologna, Fondaz. Del Monte di Bologna e Ravenna, Flipper ediz, Radici Music.

 

 Giuliano Tedeschi
Fisarmonicista “da strada” sorprende con un repertorio vasto ed inusuale che spazia dai Pink Floyd a Cheb Kaled passando per Edith Piaf e Vann Tiersen

 

loghi1 bolognaestate